Facebook Twitter
Le rubriche

Gli appuntamenti

Aria di Friuli Venezia Giulia
Si svolgerà dal 26 al 29 agosto nella città di San Daniele del Friuli “Aria di Festa”, la storica manifestazione che da oltre 35 anni celebra il Prosciutto di San Daniele DOP, rinnovata e ampliata. Diventa, infatti, “Aria di Friuli Venezia Giulia”, promuovendo anche gli altri principali prodotti dell’enogastronomia del territorio, tra cui il Formaggio Montasio DOP, i vini bianchi e i tanti prodotti a marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia”.
Durante la quattro giorni saranno organizzate lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia molteplici attività che hanno caratterizzato anche le precedenti edizioni: laboratori di degustazione, in cui il Prosciutto di San Daniele sarà abbinato durante delle masterclass guidate ai vini, alle birre e agli altri prodotti DOP del territorio, stand enogastronomici e pic-nic, per gustare i prodotti locali nell’atmosfera conviviale del paese, e, infine, visite guidate alla scoperta delle bellezze architettoniche di San Daniele del Friuli e del territorio del Friuli Collinare.  
Per maggiori informazioni sull’evento e sulle numerose attività organizzate, consultare il sito: https://eventi.prosciuttosandaniele.it/aria-di-friuli-venezia-giulia/

“Insieme per la cultura”
Da fine di novembre a inizio dicembre 2022, la Torre PwC di Milano sarà aperta, per la prima volta, al pubblico.
Per due fine settimana consecutivi, sarà infatti possibile salire, gratuitamente, fino al 27esimo piano della Torre, leggermente inclinata in avanti e per cui l’architetto Daniel Libeskind si è ispirato alle linee della “Pietà Rondanini”. Non solo, ma grazie alla collaborazione con Accademia Carrara di Bergamo, il percorso dei visitatori avrà inizio dalle due hall dove si trovano 64mq di sculture marmoree di colore bianco che ospitano 64mq di video LED, ideate dall’architetto Libeskind con lo scopo di creare un dialogo continuo tra PwC e il mondo. Già ora 25 opere della collezione quotidianamente visitabile presso la Carrara sono ospitate a rotazione, in formato digitale, all’interno delle sculture dinamiche di marmo di Carrara e LED che caratterizzano le due hall di accesso alla Torre. Tra queste alcune opere simbolo della collezione come San Sebastiano di Raffaello oltre a Giovanni Bellini, Tiziano, Lorenzo Lotto, Sofonisba Anguissola, Giovan Battista Moroni, Giuseppe Pelizza da Volpedo.
PwC Italia e Accademia Carrara stanno anche lavorando per arricchire il programma di iniziative, impegnandosi perché il percorso comune possa prevedere per l’autunno, durante il periodo di riallestimento e quindi di chiusura del Museo, il prestito di uno dei capolavori della collezione bergamasca che potrà essere esposto all’interno della Torre.
L’iniziativa rientra nel percorso di collaborazione tra PwC Italia, organizzazione che opera nell’ambito dei servizi professionali di revisione, consulenza strategica, legale e tributaria, e Accademia Carrara di Bergamo, museo del collezionismo italiano considerato da sempre fra le più affascinanti raccolte d'arte con capolavori dal Quattrocento all’Ottocento.

Sordevolo mette in scena La Passione di Cristo
(dal 18 giugno al 25 settembre)
Sordevolo, grazioso borgo piemontese in provincia di Biella, incastonato nella panoramica Valle dell’Elvo, torna con entusiasmo e profondo impegno a mettere in scena, sia pur con due anni di ritardo, causa covid, La Passione di Cristo, dal 18 giugno fino al 25 settembre.
Spettacolo di genere popolare sacro e corale fonda le sue origini nel lontano 1816 ma solo dal 1850 cominciò ad essere rappresentato in forma organizzata ogni dieci anni. Ultimamente viene ripreso ogni cinque anni.
Nel suo genere questa manifestazione che fa rivivere i giorni della Passione è unica in Italia perché coinvolge nella sua realizzazione quasi tutti gli abitanti del borgo che sono circa 1400. Uomini, donne, ragazzi, che nella quotidianità svolgono lavori e occupazioni personali, nel momento in cui vengono scelti per l’interpretazione di una parte si calano completamente in essa con tale convinzione e intima emozione da coinvolgere completamente anche gli spettatori.
Sono tutti volontari, dagli attori recitanti ai figuranti, ai gruppi che costituiscono la plebe fino a coloro che agiscono dietro le quinte nell’allestimento della scenografia, nella cura dei costumi e delle armi, nell’accudire i cavalli e nelle tante altre mansioni.
Gli abitanti di Sordevolo sono così attaccati a determinati ruoli che alcune parti vengono addirittura tramandate di padre in figlio. I ruoli più ambiti sono quelli di Gesù, della Madonna, della Maddalena, di Pietro, di Giuda e di Satana. Per ogni ruolo a turno agiscono tre interpreti.
Tale spettacolo richiede quasi un anno di prove e in conseguenza si viene a creare tra gli abitanti un particolare clima di affiatamento e fratellanza.
La Passione di Cristo si svolge nel nuovo grande anfiteatro ove sulla scena sono state ricostruiti i vari luoghi dell’evento tra cui l’Orto del Getsemani, il Sinedrio, il Calvario, mentre 3000 spettatori sono ospitati nelle tribune coperte.
Da giugno a settembre si svolgono oltre 30 repliche, la sera il venerdì e sabato, di pomeriggio la Domenica.
Pr informazioni: www.passionedisordevolo.com
(G.T.V.)