Facebook Twitter
Le rubriche

Di tutto un po'

MarteS: Museo d’Arte Sorlini
A Calvagese della Riviera (Bs) nell’entroterra del lago di Garda, dal 31 marzo 2018, quella che fu l’abitazione privata dell’imprenditore bresciano Luciano Sorlini (1925-2015) apre le sua porte al pubblico nella nuova veste di MarteS, Museo d’Arte Sorlini.
Nelle eleganti sale del seicentesco palazzo, ora anche sede della Fondazione Luciano Sorlini, sono ospitate ben oltre 180 opere d’arte collezionate dall’imprenditore stesso in oltre cinquant’anni di appassionate ricerche.
La collezione è principalmente legata al Settecento veneziano e veneto con opere di artisti grandi come Tiepolo, Ricci, Guardi, Canaletto, Rosalba Carriera, ma anche meno noti come Diziani, Molinaro, Pittoni, Bellucci, Fontebasso. 
Se pure particolarmente appassionato dell’arte veneziana del XVIII secolo, Sorlini volse le sue scelte anche verso autori di epoche precedenti o differenti provenienze, che vanno ad impreziosire ulteriormente la collezione.
Ne sono esempio i due straordinari fondi oro, un trittico dell’artista trecentesco senese noto come Maestro di Panzano e l’altro di Gherardo Starnina, attivo a Firenze agli inizi del Quattrocento.
A questi si aggiungono la tavola raffigurante la “Sacra Famiglia con i Santi Sebastiano e Rocco” del pittore cinquecentesco ferrarese Ludovico Mazzolino; la “Giuditta con testa di Oloferne” del forlivese Marco Palmezzano (attivo tra la fine del Quattrocento e i primi decenni del Cinquecento); la “Vecchia contadina”, capolavoro assoluto del milanese Giacomo Cerruti (1698-1767) detto il Pitocchetto.
Tutte le visite al Museo (da mercoledì a domenica) saranno accompagnate da una guida che illustrerà la collezione. Il percorso ha la durata di 50 minuti. Sono state elaborate anche iniziative indirizzate alle scuole di ogni ordine e grado.
Luciano Sorlini oltre all’arte ebbe anche una grande passione per il volo. Nel 1952 conseguì il brevetto di volo e nel 1956 ottenne l’abilitazione al volo strumentale. Partecipò a numerose gare aeree tra cui il Giro Aereo di Lombardia, l’Esaveneto e il Giro di Sicilia qualificandosi sempre tra i primi. Fa parte della sua collezione un Beechcraft Bonanza acquistato nel 1980. 
Attualmente gli aerei, dislocati nelle aviorimesse di Calvagese e Ceresara (Mantova) sono di proprietà della figlia Silvia che, assieme al marito Giovanni Marchi, li mantiene volanti.
Per info: www.museomartes.com / info@museomartes.com
(GTV)    

Giotto Gold For Kids
Per sostenere attivamente “Gold For Kids” (il progetto della Fondazione Umberto Veronesi a favore dell’oncologia pediatrica e degli adolescenti, finalizzato a finanziare i protocolli di cura capaci di garantire ai piccoli pazienti un accesso immediato alle migliori terapie a livello internazionale),F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini ha lanciato due confezioni speciali di matite colorate chiamate “Giotto Gold Limited Edition”. Parte del ricavato della vendita di tali confezioni sarà devoluto proprio alla Fondazione Umberto Veronesi per finanziare integralmente una borsa di ricerca.
Interessante sapere che il 15 febbraio, in occasione della giornata mondiale dell’oncologia pediatrica, oltre cinquecento bambini e ragazzi ricoverati in cinquanta ospedali specializzati in tutta Italia hanno ricevuto le speciali matite F.I.L.A. insieme a un album da disegno Canson.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.fila.it.

Deadly 60
Dal 5 marzo, “Deadly 60” è in onda - il venerdì e il sabato alle 20:45 - su POP, il canale kids di Sony Pictures Television Networks, disponibile sul canale 45 del Digitale Terrestre e di Tivùsat.
Per due sera alla settimana, dunque, il famoso naturalista e scrittore Steve Backshall condurrà i ragazzi in un avventuroso viaggio attraverso  i continenti, alla scoperta delle creature più letali al mondo.
La serie, prodotta da BBC Worldwide Ltd, è destinata ad affascinare i ragazzi, consentendo loro di conoscere da vicino alcune delle più straordinarie meraviglie della natura.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito popfun.it.

Il tempo degli orologi
Grazie alla collaborazione con Pisa Orologeria, il Museo Poldi Pezzoli di Milano propone “Il tempo degli orologi”: una rassegna di iniziative dedicata agli orologi che fino alla fine di marzo accompagnerà il pubblico di tutte le età alla scoperta di questi oggetti segna tempo, capaci di raccontare l’evoluzione tecnica e la storia del gusto attraverso i meccanismi e la preziosità delle casse.
La mostra prevede un ricco calendario di appuntamenti, fra cui gli aperitivi del mercoledì sera, durante i quali sarà possibile incontrare alcuni maestri artigiani, veri artisti nell’arte della smaltatura delle casse e della decorazione dei quadranti, e altri dopocena in cui si terranno interessanti conversazioni fra collezionisti, restauratori ed esperti del settore.
Il calendario completo delle iniziative è disponibile su www.museopoldipezzoli.it.

Una Tempesta dal Paradiso
Dall’11 aprile al 17 giugno 2018 presso la GAM, Galleria d’Arte Moderna di  Milano, in via Palestro 16, grazie alla collaborazione tra il Solomon R. Guggenheim Museum di New York e UBS e la GAM stessa sarà possibile visitare la mostra “Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa (But a Storm Is Blowing from Paradise: Contemporary Art of the Middle East and North Africa)”-
La mostra rappresenta l'ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative, uno speciale progetto pluriennale che mette in evidenza l'impegno del Guggenheim e di UBS a sostegno dell'arte contemporanea e della formazione attraverso un totale di otto mostre internazionali, più di 125 acquisizioni, borse di studio per curatori provenienti da tre diverse aree geografiche e un'ampia gamma di programmi destinati al pubblico.
Sarà possibile ammirare una collezione di opere d'arte di tredici artisti provenienti dal Medio Oriente e dal Nord Africa che esplorano i temi interconnessi della migrazione, della dislocazione, dell'architettura, della geometria e della storia grazie a strumenti tra cui lavori su carta, installazioni, fotografia, scultura e video. Il programma presso la GAM prevede eventi pubblici e iniziative didattiche destinati a visitatori, studenti e famiglie.