Facebook Twitter
Le rubriche

Di tutto un po'

Oltre il carrello – Lidl contro lo spreco
A soli tre mesi dalla partenza, l’operazione “Oltre il Carrello – Lidl contro lo spreco” ha permesso al Banco Alimentare di recuperare circa cento tonnellate di cibo (prodotti alimentari non più vendibili secondo gli standard commerciali, ma ancora buoni e sicuri) dai sessanta punti vendita della catena attualmente coinvolti.
Quella fra Lidl e Banco Alimentare è dunque una collaborazione dal grande impatto sociale, economico e ambientale, che trasforma cibo buono e potenzialmente sprecato in pasti da donare a chi ne ha bisogno.
L’obiettivo per il prossimo futuro è quello di estendere il programma a tutti gli oltre seicento supermercati Lidl sul territorio nazionale, arrivando così a recuperare, su scala nazionale, oltre dieci milioni di pasti all’anno.

Brandina The Original
In grado di coniugare la tradizione del design balneare italiano degli anni Sessanta all’innovazione e al gusto contemporaneo, “Brandina The Original” è la bella e nuova linea di borse e accessori made in Italy, realizzata con il tessuto dei lettini da mare e creata dall’eclettico Marco Morosini.
In occasione dell’estate 2018, “Brandina The Original” è protagonista de “Il futuro siamo noi”: l’inedita campagna realizzata da Oliviero Toscani che invita a riflettere sulla dimensione sempre positiva del rinnovamento, inteso – nel caso specifico – come cambiamento di vita, in riferimento agli importanti fenomeni migratori contemporanei.
Per maggiori informazioni è possibile consultare www.brandinatheoriginal.it.          

Castelli, ville e giardini
A Milano, presso la sede del Touring Club Italiano, è stata presentata la Guida “Castelli, ville e giardini. Itinerari tra Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Lazio”, realizzata dalle sette regioni italiane in collaborazione con Touring Club.
I 7 itinerari tematici - Sulle orme di Napoleone, Un giorno da Signori,  Curiosità di sangue blu, Giardini storici, Castelli, giochi e misteri, Ciak si gira – mentre sono finalizzati a promuovere un turismo accattivante e fruibile a tutti, invitano anche a scoprire il notevole patrimonio delle varie regioni italiane che spazia dalle  grandi opere d’arte alle bellezze naturalistiche, ai prodotti di alto artigianato, alle specialità e prelibatezze enogastronimiche, sino alle opportunità di sport e divertimento.
Accompagnano i testi di Federica De Luca bellisime fotografie che sottolineano le caratteristiche principali e le considerevoli varietà  degli ambienti trattati.
La guida fa parte della collana Touring e si può acquistare nelle librerie Touring di tutta Italia.
(GTV)             

Montagnana Festival 2018
La città murata di Montagnana ha dedicato nel mese di maggio il Festival, giunto alla quarta edizione, alla scoperta delle sue eccellenze di prodotti DE.C.O unitamente alla meritata esaltazione delle sue bellezze artistiche.
Montagnana, una delle più belle città murate del Veneto, che si trova a circa 50 Km. di distanza da Verona, Padova, Vicenza, Mantova, Ferrara e a circa 80 Km. da Venezia, unisce ai suoi tesori d’arte un territorio fertilissimo che le permette la produzione di prodotti di agricoltura di altissimo livello.
La storia di Montagnana ha origini antiche dovute anche alla sua posizione strategica che ha visto il sorgere di vari insediamenti fino  a  divenire in epoca romana punto di riferimento e controllo di tutto il territorio circostante.
Nel Medio Evo il borgo si trovò coinvolto nella lotta tra Papato e Impero e venne distrutto da Ezzelino da Romano, vicario imperiale che poi lo ricostruì innalzando il Mastio che ancora oggi porta il suo nome. Dopo alterne dominazioni, nel XIV secolo i Carraresi, signori di Padova, dotarono il borgo di due importanti cinte murarie rafforzate da 24 torri di vedetta e dalla porta fortificata di Rocca degli Alberi.
Le mura che racchiudono oggi l’intero centro cittadino sono perfettamente conservate e costituiscono il vanto della città.
Nel XV sec. la città, consegnatasi a Venezia dopo anni di guerre, andò perdendo di importanza militare e strategica ma, grazie agli investimenti dei nobili veneziani, si arricchì di opere d’arte e fastosi palazzi. Spiccano tutt’ora la celebre Villa Pisani, progettata da Andrea Palladio e il Duomo di Santa Maria Assunta che conserva pregevoli tele di Giorgione e Veronese.
Oggi, turismo, cultura, ospitalità, cibo sono finalizzati a portare al territorio sviluppo socioeconomico e a creare nuove sinergie.
I visitatori, oltre a prendere contatto con i valori d’arte, hanno di che soddisfare i propri gusti scegliendo dal ricco paniere i prodotti  frutto della campagna circostante e del lavoro di impegnati imprenditori.
E’ unico il sapore del prodotto principale, il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P. che equilibra perfettamente morbidezza, dolcezza e profumo. Seguono, frutto della tradizinale esperienza, la Pancetta di Montagnana, il Cotechino di Montagnana, il Salame di Montagnana,  tutti ottenuti dalla macellazione e lavorazione di carni di suini dell’età minima di 12 mesi, nati nel territorio della Regione Veneto e allevati nel territorio del Comune di Montagnana.
Particolare è anche il Melone di Montagnana dal colore giallo-arancio, ricco di vitamine, sali minerali e in particolare potassio.
Vanto di un produttore locale sono i Pereroncini verdi sotto aceto, raccolti non troppo maturi e dalle dimensioni da tre a sei centimetri per evitare la presenza di semini all’interno.
E’ tipico lo Schissotto di Montagnana, un pane casereccio che ben si accompagna agli affettati.
Una ricetta molto antica e popolare nel territorio sono gli Gnocchi dolci alla veneta con uvetta, zucchero e cannella e ingrediente principale è la “patata dorata” coltivata nelle campagne di Padova, Vicenza e Verona e naturalmente a Montagnana.
(GTV)                

Leggere “is magic”!
Da sempre sensibile alla rilevanza della lettura nell’infanzia, The Walt Disney Company Italia lancia la campagna “Disney – La magia in un libro”, per stimolare i bambini alla scoperta dei libri, formando i lettori di domani.
La campagna, mirata alle famiglie, durerà fino al prossimo 10 giugno e prevede la diffusione di una serie di contenuti sui social network, sui canali televisivi (Disney Channel e Disney Junior) e tramite preshow nei cinema, tutti concentrati ad evidenziare l’importanza della lettura come stimolo essenziale per una crescita sana, equilibrata e ricca.

Pane, olio e pomodoro
In occasione del CIBUS, il Salone internazionale dell’Alimentazione di Parma, ANICAV - l’Associazione nazionale delle Conserve vegetali - e ASSITOL, l’associazione italiana dell’industria olearia, hanno sostenuto con forza l’incontro “miracoloso” dei tre alimenti alla base della tradizione gastronomica nostrana, ovvero “Pane, olio e pomodoro”.
La ricerca, infatti, ha dimostrato da tempo che i tre alimenti rafforzano l’uno le proprietà benefiche dell’altro, trasformando una semplice pietanza tradizionale in un vero e proprio “superfood”, totalmente a base vegetale, adatto a tutti i gusti e a tutte le età. Secondo numerosi istituti di ricerca, il matrimonio del pane con l’olio è particolarmente indicato perché ne riduce l’indice glicemico e, in una dieta varia ed equilibrata, può rappresentare un’ottima merenda per i bambini ed un vero e proprio piatto unico per gli adulti. Ma se a questi si aggiunge il pomodoro, si crea una combinazione eccellente dal punto di vista nutrizionale: grazie all’olio extravergine infatti i micro-nutrienti del pomodoro sono assorbiti dal nostro organismo, in particolare il licopene, sostanza antiossidante le cui virtù anti-tumorali sono oggetto di molti studi, ed è liposolubile, quindi è assimilato soltanto se addizionato ad un grasso come l’olio extravergine.

Beyond the Castle
Scagliare frecce dall’antica Torre Falconiera in difesa del Castello Sforzesco di Milano, confrontarsi con le più sorprendenti invenzioni del genio leonardesco e immergersi nella Milano di Ludovico il Moro non è mai stato così reale. Fino al prossimo 31 luglio, infatti, sarà possibile vivere la straordinaria avventura del Castello Sforzesco “Beyond the Castle”, ovvero un’esperienza di realtà virtuale interattiva progettata per offrire ai visitatori la possibilità di rivivere ancor più da vicino la storia, il fascino e il patrimonio culturale di uno dei simboli più amati e conosciuti della città meneghina attraverso nuove modalità.
“Beyond the Castle”, infatti, prevede un percorso integrato che inizia attraversando le Merlate del Castello accompagnati da una guida, per poi arrivare all’antica Torre Falconiera, dove i visitatori-giocatori, indossando appositi visori, diventano protagonisti di un’esperienza interattiva di “hyper reality”, muovendosi liberamente nell’ambiente circostante e interagendo con lo stesso, immersi nell’atmosfera di fine quattrocento.
Una volta tolti i visori, inoltre, il percorso può proseguire dal virtuale al reale. Una mappa speciale, consegnata ai visitatori-giocatori, segnala alcuni dei luoghi che compaiono durante l’esperienza e nei quali proseguire il percorso: dalle collezioni dei Musei del Castello Sforzesco alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana, dalla Chiesa di Santa Maria delle Grazie alla Vigna di Leonardo, alla Porta del Soccorso, antico accesso al Castello, e alla cinta muraria della Ghirlanda, i cui resti sono ora immersi nel verde del Parco Sempione.
Durante tutta l’esperienza di “Beyond the Castle” una voce guida, “Eva”, accompagna l’utente attraverso le diverse fasi alternando sessioni di gioco a racconti storici, quiz e approfondimenti su materiali ripresi direttamente dalle collezioni del Castello Sforzesco, a partire dai quali è stata costruita l’esperienza. In particolare, nella parte finale il giocatore si trova in una ricostruzione del laghetto di Santo Stefano e dei Navigli, nell’attuale via Laghetto, dove dovrà rispondere ad alcune domande scoprendo altre curiosità legate alle fonti presentate precedentemente durante l’allenamento degli arcieri.
“Beyond the Castle” rientra nell’ambito delle proposte didattiche gestite da Opera D’arte, società concessionaria dei servizi didattici per il Castello Sforzesco in ATI con Ad Artem e Società Cooperativa Culture.
Per informazioni e prenotazioni è possibile consultare il sito www.beyondthecastle.it.

Una Tempesta dal Paradiso
Dall’11 aprile al 17 giugno 2018 presso la GAM, Galleria d’Arte Moderna di  Milano, in via Palestro 16, grazie alla collaborazione tra il Solomon R. Guggenheim Museum di New York e UBS e la GAM stessa sarà possibile visitare la mostra “Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa (But a Storm Is Blowing from Paradise: Contemporary Art of the Middle East and North Africa)”-
La mostra rappresenta l'ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative, uno speciale progetto pluriennale che mette in evidenza l'impegno del Guggenheim e di UBS a sostegno dell'arte contemporanea e della formazione attraverso un totale di otto mostre internazionali, più di 125 acquisizioni, borse di studio per curatori provenienti da tre diverse aree geografiche e un'ampia gamma di programmi destinati al pubblico.
Sarà possibile ammirare una collezione di opere d'arte di tredici artisti provenienti dal Medio Oriente e dal Nord Africa che esplorano i temi interconnessi della migrazione, della dislocazione, dell'architettura, della geometria e della storia grazie a strumenti tra cui lavori su carta, installazioni, fotografia, scultura e video. Il programma presso la GAM prevede eventi pubblici e iniziative didattiche destinati a visitatori, studenti e famiglie.